Taiping Houkui

Oggi parliamo di un verde che può vantare di esser considerato uno dei più famosi tè che la Cina può produrre: il Taiping Houkui detto anche Monkey King.
terIl Taiping Houkui è un tè che ha origine alla fine della dinastia Qing e viene coltivato e prodotto nella contea di Tai Ping, nella provincia dell’Anhui e precisamente alle pendici del Monte Huangshan (Montagna Gialla) che è una delle vette più alte della Cina orientale.
Abbiamo detto che Taiping fà riferimento alla zona di produzione mentre la parola Houkui (猴 魁) significa Re Scimmia.
Una leggenda narra infatti che l’albero del tè da cui si ricava il Taiping Houkui è stato trasformato dal re scimmia che si ammalò e morì in quelle montagne dopo aver perso suo figlio. Un contadino incontrando il corpo della scimmia la seppellì. L’anno successivo alcuni alberi di tè iniziarono a crescere nel luogo in cui il suo corpo fu sepolto.

Questo Taiping Houkui proviene dal rivenditore Akira Hojo che lo preleva dal cultivar Shi-da presso Hou-Keng, una delle migliori zone di produzione di questo tipo di tè nell’Anhui.
La coltivazione risente della posizione rivolta a nordest in una zona ombreggiata e protetta dalla forte luce solare. Inoltre questa zona è spesso coperta da una coltre di nebbia che favorisce la produzione di amminoacidi nelle foglie di tè.
Infine lo sbalzo di temperatura tra il giorno e la notte aiuta a migliore la qualità delle foglie. Durante il giorno la luce del sole avvia le foglie a produrre abbondante quantità di sostanze quali ad esempio gli amminoacidi che sono essenziali per la crescita delle foglie stesse. Di notte, la temperatura più bassa, rende le foglie meno attive e quindi permette a queste sostanze di rimanere nelle foglie senza essere consumate.

Questo tè viene raccolto con una particolare procedura che prevede un singolo ramoscello che contiene una gemma e 3-4 foglie. Successivamente viene ristrappato lasciando solo una gemma e due foglie.

251_P_1406136980330La prima parte della lavorazione prevede la cottura a forti temperature per bloccare l’enzima ossidativo.
Le foglie poi vengono poste in cesti di bambù e in un processo complesso vengono scaldate tre volte al fine di ottenere la forma allungata tipica di questo tè.

manufacture-taiping-hou-kui

Il Taiping Houkui può essere preparato con un’infusione di 2 minuti a 75° e le infusioni possono essere ripetute, anche quattro volte.
Questa volta ho provato il Taiping Houkui di Hojo con una tecnica chiamata Ice-Fire.
Questa tecnica consiste nel porre nel bicchiere di vetro dalla forma allungata un paio di cubetti di ghiaccio sopra i quali inseriremo verticalmente le foglie.

foto 2 (4)L’acqua bollente viene poi versata lentamente e in modo delicato sopra le foglie. Le successive infusioni senza ghiaccio possono essere ottenute versando acqua ad una temperatura di 80° (4 minuti di infusione).
Questa tecnica che stimola la reazione caldo/freddo è utile per esaltare le proprietà delle foglie.

Le foglie sono carnose, robuste e piatte. Hanno una lunghezza di 7-8 cm. e sono formate da una gemma e due foglie.
Le foglie sono tutte intere, molto belle e dal colore verde brillante.
L’infuso è di color verde chiaro e l’aroma è fresco e floreale. Ricorda l’orchidea.
Il liquore nel quale danzano le foglie è chiaro, luminoso e trasparente dal colore giallo canarino e il sapore è fresco, liscio, morbido e dolce con note di orchidea.

Consiglio nelle preparazione di questo tè di inserire le foglie nel chahai perchè porre le foglie nel bicchiere da un lato è esteticamente scenico e più bello ma rende la bevuta più complessa.
Se si beve rapidamente il liquore non ci sono problemi ma se l’infusione si prolunga oltre i tempi potrebbe diventare astringente nel finale.

stefanoaliquo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *