Classificazione dei tè

Si può classificare il tè in base alla storia, il processo di produzione, il luogo, le stagioni, la forma, l’area di vendita ecc.
Studi recenti sul te lo dividono in due gruppi: gruppo di te base e gruppo di te trattato.

Tè base: 

  • Tè verde  – Lücha 绿茶 – tè non fermentato che viene stabilizzato tramite vaporizzazione o tostatura in modo tale che non si ossidi;
  • Tè bianco – baicha 白茶 – tè parzialmente fermentato che viene lasciato appassire all’aria aperta. Per la preparazione di questo tipo di tè spesso vengono usate gemme di Camelia Sinensis;
  • Tè giallo – Huangcha 黄茶 – tè parzialmente fermentato che viene lasciato appassire al sole prima di subire il processo di stabilizzazione tramite vaporizzazione o tostatura;
  • Tè blu (oolong/wulong) – wulong cha 乌龙茶 – tè semifermentato che subisce una parziale ossidazione prima di essere stabilizzato tramite vaporizzazione o tostatura. Esistono diversi tipi di oolong con percentuali diverse di ossidazione. Una bassa ossidazione gli avvicina ai verdi, un’alta ossidazione gli avvicina ai rossi/neri;
  • Tè nero o rosso (per i cinesi) – hongcha 红茶 – tè fermentato che viene esposto a completa ossidazione;
  • Puerh o dark tea o tè nero (per i cinesi) – heicha 黑茶 – tè che viene stabilizzato tramite vaporizzazione o tostatura e successivamente sottoesposto a fermentazione;

Tè trattati: 

  • i flower tea (jasmine tea ecc) aromatizzati con l’aggiunta di fiori;
  • tè aromatizzati con aggiunta di sostanze aromatiche;
  • tè affumicati che viene affumicato con legna dopo l’essicazione;
  • blend o miscele che sono mix di tè di tipologie differenti;
  • bouquet di fiori che sono miscele di fiori essiccati;
  • tè in bustina;
  • tè in polvere;

Per maggiori informazioni consiglio di seguire la classificazione di AICTEA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *