2005 Yun Pu Zhi Dian

Il tè che recensisco oggi è uno Sheng/Raw Puerh del 2005 proveniente dallo Yunnan e mi è stato regalato dagli americani Crimson Lotus che hanno un ottimo negozio vicino a Seattle.
Un tè relativamente economico se si pensa che una torta di 250gr costa solo 60 dollari.

pu

Il nome di questo puerh, Yun Pu Zhi Dian significa Top of the clouds (sopra le nuvole) e vuole giocare con il significato della parola Yunnan (Nuvole del sud). Sta a significare l’esperienza celeste che si farà bevendo questo tè, considerato il meglio dello Yunnan.
Infatti questo puerh è una miscela di 15 montagne raccolta nella primavera del 2005. La torta è stata prodotto da Changtai nel 2005, una fabbrica specializzata che si trova nello Yunnan ma è stata affinata a Guangzhou nel Guangdong, un territorio umido, ottimale per la maturazione e preparazione dei puerh.

582359_109485459190454_1694249560_nGlen, il titolare di Crimson Lotus, racconta di aver trovato questo puerh in un piccolo negozio di tè a Lijiang nello Yunnan. Un posto incantevole che porto ancora nel cuore dal 2011.
Glen ne rimase entusiasta e provò a contrattare per portare a Seattle qualche torta, ma il negoziante, tale signor Tang, vendeva ogni pezzo a 400 dollari.
Glen riuscì a risalire al produttore e contrattò un ottimo prezzo direttamente con Chantai prendendo diversi pezzi e pagandoli molto meno.
Un’ottima presa.

Ho provato questo tè con il gaiwan e acqua San Bernardo. 96°C e dopo un paio di brevissime infusioni per risciacquare le foglie e lasciarle aprire, ho proceduto in questo modo: secondi 15, 20, 25, 30, 35, 40.

Le foglie sono piccole e di color marrone scuro. L’aroma è sorprendente e ricco con sentori di sottobosco, corteccia e salmone.

L’infuso è di color verde scuro opaco e l’aroma ricorda la foresta, la roccia bagnata e un leggero sentore di tabacco.

Il liquore è di color ambrato e si presenta liquoroso con un corpo abbastanza pieno. Presenta una leggera acidità che trovo ottima in bocca. E’ un tè abbastanza complesso e corposo, minerale, liscio e dolce con note fruttate. L’attacco ricorda il sottobosco ma non sono presenti off notes e non sono presenti odori di muffa ma solo il meglio che un profumo di bosco può dare. Presenti anche sentori decisi di albicocca e note di mela acerba.
Dalla seconda infusione il liquore mantiene gli aromi elencati ma si fa più minerale e ferroso, con note di roccia bagnata e una leggera affumicatura.
La lunghezza è lunga e il liquore lascia un buon retrogusto e dopo diverse infusioni si presenta sempre corposo.

Un tè interessante da bere in diverse occasioni. Ottimo a mio avviso soprattutto durante i pasti.

stefanoaliquo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *